L’inverno rappresenta per la pelle un importante banco di prova e, particolarmente, per la cute secca e reattiva. I pericoli maggiori dei climi rigidi e degli agenti atmosferici del periodo (vento, gelo, inquinamento, sole) sono: secchezza, irritazioni, screpolature, invecchiamento precoce, couperose e vasodilatazione dovute a sbalzi termici (i tipici "dentro e fuori" delle giornate invernali).

Sulla neve, i pericoli per la pelle si moltiplicano, aggiungendosi anche la potenza dei raggi solari (presenti anche se non c’è il sole) che, intensificati dal riverbero della neve, rischiano sia di provocare scottature sia danni alla pelle sul lungo periodo.

Vediamo insieme come proteggere al meglio la pelle sulla neve.

Detersione

La detersione ideale invernale prevede l’uso di detergenti senza sapone né parabeni. Ma dalle texture ricche e cremose, piacevoli coccole quando fuori fa molto freddo e ci si prepara a una giornata sulla neve.

Dunque sì al latte detergente e alle mousse, seguite da spray a base di acqua termale, lenitivi e anti-reattivi. Da evitare accuratamente tutti i tonici contenenti alcol.

Chi soffre di couperose dovrebbe scegliere un latte detergente specifico, a base di attivi anti-rossore.

Nutrimento

Prima di esporsi a neve e intemperie, la pelle va nutrita adeguatamente e in profondità. In questo caso, sono ottimi gli oli pensati però appositamente per il viso e, dunque, non occlusivi.

Perfetti quelli a base di rosa mosqueta e di jojoba. Chi preferisce le creme, è bene scelga formulazioni ricche a base di vitamine e acido ialuronico. Se vi è tendenza alla couperose, sì ai trattamenti dedicati con antiossidanti e attivi naturali rinforzanti del microcircolo (vite rossa, per esempio).

Da ricordare: anche le labbra vanno nutrite con balsami- trattamento altamente idratanti (non basta il burrocacao normale) e il contorno occhi va protetto con una crema anti-age specifica.

Protezione

Ora passiamo alla protezione.

  • D’obbligo una crema con filtro solare elevato (SPF 50+) per viso, decolté e mani. E l’applicazione va ripetuta più volte durante la giornata.
  • Inoltre, le labbra vanno schermate (sopra il balsamo nutriente) con un burrocacao specifico dal fattore SPF 50+.
  • Dotazioni necessarie per proteggere mani e contorno occhi: occhiali da sole e guanti termici.

Dopo al giornata sulla neve

Al termine di una giornata sulla neve e al freddo, è necessario un altro step di detersione per eliminare i residui delle varie creme, seguito sempre da acqua termale.

Poi, è importante trattare la cute reidratandola a fondo e applicando tutti i trattamenti anti età del caso (viso, contorno occhi, labbra).

Se la pelle appare molto secca, si consiglia una maschera nutriente (da riservare anche alle mani e al collo) a base di elastina, vitamine, acido ialuronico.

Altri consigli