Cortina d'Ampezzo è stata la meta di attori e attrici nostrani, ma non solo. E luogo protagonista sia di film indimenticabili, sia di pellicole che forse sarebbe meglio scordare...

In ogni caso, Cortina ha un fascino particolarissimo e anche, romanticamente, decadente. Infatti, se negli anni '80, una vacanza a Cortina era l'apoteosi del benessere economico esibito e dei salotti "bene", oggi trascorrere un weekend a Cortina significa apprezzare tutti i risvolti dei meravigliosi scenari dolomitici, senza scadere in eccessi di esibizionismo.

Ovviamente durante la stagione invernale, un fine settimana a Cortina non può prescindere dal godersi la neve e gli innumerevoli impianti sciistici che il luogo propone. Considerate anche le numerose e validissime scuole di sci presenti in quel di Cortina e dintorni, potrebbe essere un'ottima idea dedicare un paio di giorni al perfezionamento dello stile o, per i neofiti, all'introduzione allo sci.

Chi non ama sciare, ma adora la neve, potrà godersi meravigliose ciaspolate ammirando le cime innevate e colorate delle Dolomiti oppure potrà cimentarsi in adrenaliniche discese con slittino o bob (che sarà possibile noleggiare in loco). Per gli ospiti che invece non amano la neve né gli sport invernali, Cortina offre sia ottimi centri benessere (quasi ogni hotel è dotato di un'area termale-Spa), sia importanti appuntamenti culturali e mondani. Tra gli eventi più apprezzati, ricordiamo le mostre d'arte organizzate a ogni stagione e la manifestazione "Una montagna di libri" che si tiene nel periodo tra dicembre e marzo. D'atmosfera e imperdibili, inoltre, sono le famose "cene al chiaro di luna" organizzate dai vari rifugi e "Cortina Stelle Inverno 2016". Quest'ultimo è un evento, organizzato dall'associazione astronomica Cortina Stelle, che prevede una serie di osservazioni astronomiche, seguite da ottime cene al rifugio in alta montagna.

A tal proposito, per quanto riguarda l'aspetto gastronomico, non abbiamo che l'imbarazzo della scelta: i piatti tipici altoatesini (dai canederli agli strudel) la fanno da padroni. Imperdibili nella stagione invernale, le merende post-sci a base di cioccolata calda e torte (le più amate, Sacher e la torta di grano saraceno e lamponi). Per lo shopping, meglio evitare le grandi firme (che si trovano anche in città) e puntare sull'artigianato locale. Cosa comprare? Maglioni caldissimi, le tipiche pantofole altoatesine, le calze-pantofola tirolesi per i bambini, tovaglie ricamate a mano, utensili di legno intagliati, grappe e liquori aromatizzati con le erbe dei boschi del luogo.

Altri weekend simili