Il porridge d’avena è una colazione che nasce in Inghilterra e che poi ha conquistato un po’ tutti, soprattutto i paesi anglosassoni. Anche in Italia, però, questo modo di fare colazione sta riscuotendo sempre più successo.

Perché? Prima di tutto perché il porridge d’avena è molto sano e poi perché, se preparato bene, è anche buonissimo. Ideale per tutta la famiglia: conquisterà persino i bambini!

Il porridge è sano perché è preparato con i fiocchi d’avena, meglio se integrali e molto piccoli. Questi ultimi si acquistano al supermercato, nei negozi di prodotti naturali e ormai anche nei discount. Anzi, è molto facile che si trovino fiocchi d’avena a un piccolo prezzo ma di ottima qualità, spesso biologici.

L’avena è un cereale dalle incredibili proprietà. Si tratta di un tipo di carboidrato complesso dall’indice glicemico più basso rispetto a pane e pasta di grano duro raffinati (e, quindi, anche rispetto ai biscotti, alle torte e ai cereali classici per la colazione). Inoltre, l’avena è ricca di vitamine del gruppo B (essenziali per l’equilibrio del sistema nervoso e per il corretto funzionamento del metabolismo), di magnesio (che placa anche la fame nervosa e rilassa i muscoli) e, soprattutto, di betaglucani.

I betaglucani vanno ad agire in modo portentoso sulla riduzione del colesterolo cattivo nel sangue. Si consiglia a tutti di introdurre avena integrale nell’alimentazione settimanale, se non quotidiana. E a maggior ragione, il consiglio vale anche per coloro che soffrono di patologie cardiovascolari o che ne sono predisposti per età, altri fattori fisici oppure per genetica. I fiocchi d’avena integrali saziano a lungo, aiutando chi deve perdere peso. Infine, sono riscaldanti: ottimi come ricostituenti naturali al cambio di stagione, nel passaggio dall’estate all’autunno. Per preparare il porridge, oltre all’avena, si utilizza il latte. Quest’ultimo può essere sia vaccino (intero, parzialmente scremato o scremato) sia una bevanda vegetale (latte di cocco, di avena, di soia, di mandorla…).

Se si opta per la bevanda vegetale, come sapore è preferibile utilizzare latte di cocco o latte di mandorla. Questi gli ingredienti base, a cui aggiungere a piacere: sciroppo d’acero o miele per dolcificare, frutta secca, frutta fresca, cioccolato.

I procedimenti sono due. O si sceglie di preparare il porridge la sera prima oppure si prepara al momento. Se si sceglie di giocare d’anticipo, i fiocchi andranno lasciati a bagno nell’acqua tutta la notte (coperti completamente), altrimenti si metterano direttamente a cuocere nel latte al mattino. La cottura nel latte avviene unendo 40 grammi di fiocchi di avena a 1/2 bicchiere di latte o bevanda vegetale. Il porridge si cuoce per circa 4 minuti.

Poi si versa nella ciotola, si dolcifica e si aggiungono altri ingredienti a piacere.

Altri consigli