Il bene più preziosio e vitale che possediamo è sicuramente l’acqua. Eppure non badiamo molto al suo consumo spesso esagerato e siamo soliti sprecare l'acqua in grande quantità anche tra le mura domestiche. Per salvaguardare noi stessi e il nostro Pianeta da eccessivi sperperi, possiamo seguire dei piccoli consigli e ottenere così un buon risultato. Molto spesso la quantità di acqua che usiamo per le faccende domestiche, per l’igiene personale, per l’irrigazione delle piante è eccessiva. Non c’è ne rendiamo nemmeno conto, presi come siamo dalle “sbagliate abitudini” di ogni giorno.

Partiamo dalle faccende domestiche, cerchiamo di usare la giusta quantità di acqua, quando ci accingiamo a fare le pulizie di pavimenti, vetri, ripiani. Secondariamente, scegliamo degli elettrodomestici che consumino poca acqua (tipo quelli di classe A+). Ricordiamoci di effettuare il lavaggio in lavatrice e in lavastoviglie solo a pieno carico e possibilmente, sempre con cicli di lavaggio eco.

Inoltre per risparmiare acqua, possiamo installare dei riduttori di flusso ai nostri rubinetti di casa. Mentre quando laviamo i piatti, se non possediamo la lavastoviglie, cerchiamo sempre di consumare il minor quantitativo d'acqua, chiudendo il rubinetto mentre insaponiamo le stoviglie. Stessa cosa vale anche per quando puliamo la frutta e la verdura, laviamole con un'apposita bacinella, lasciandole in ammollo.

E per quanto riguarda la nostra igiene personale? Anche in questo caso possiamo usare l’acqua in modo corretto e non a go go senza badare agli sprechi. Quindi, meglio prediligere una doccia al rilassante bagno di fine giornata. La doccia utilizza circa il 25% d'acqua rispetto al bagno. Se proprio non possiamo fare a meno del bagno, cerchiamo di riempire la vasca a metà del suo contenuto. Risparmieremo così in acqua e in bolletta!

Altro momento di spreco, quando usiamo l'acqua per lavarci i denti. I rubinetti andrebbero tenuti aperti solo il giusto tempo necessario al risciacquo della bocca. In bagno è sempre da prediligere l’installazione di cassette di risciacquo a basso flusso che permettono di risparmiare, rispetto quelle tradizionali.

Per quanto riguarda, l’annaffiatura delle piante, vige sempre la regola di bagnarle e di non annegarle. Quando bagniamo il prato o l’orto, dobbiamo tenere in mente delle semplici regole per non sprecare l’acqua. Ricordiamoci di annaffiare l’orto e le piante di sera, poiché l'evaporazione è più lenta. Un orario alternativo potrebbe essere la mattina presto prima che l’evaporazione diventi importante durante la giornata. Nel caso, si possieda una piscina, ricordiamoci assolutamente di coprirla quando non la usiamo, ciò previene l’evaporazione dell’acqua e di conseguenza il suo spreco.

Se usiamo l’acqua all’esterno per lavare la macchina, meglio utilizzare il secchio e la spugna rispetto al getto d’acqua della pompa. Si stima che si possono sprecare fino a 100 litri ogni volta, se laviamo la macchina con la pompa e non con il secchio.

I ricercatori in materia di spreco, ci consigliano di raccogliere l’acqua piovana e quella dei climatizzatori per usarla per scopi non potabili. Infine in casa, è sempre bene controllare i rubinetti di tanto in tanto. Si stima che una goccia al secondo disperda in un anno circa 5.000 litri d'acqua. Questi sono solo alcuni esempi per evitare inutili sprechi d'acqua. Cambiando delle piccole abitudini quotidiane possiamo aiutare il nostro Pianeta e fare del bene alle collettività che soffrono quotidianamente l'accesso all'acqua. Sprecare è sempre una brutta abitudine!

whataspp
Altri consigli