Le vitamine che assimiliamo con i cibi non apportano calorie e dunque non rappresentano una fonte di energia, ma sono indispensabili per l’accrescimento dell’organismo dei nostri figli. Impariamo a conoscerle.

Le vitamine possono essere idrosolubili e liposolubili. Le vitamine idrosolubili sono la vitamina C, la PP e le seguenti del gruppo B: B1, B2, B5, B6, B8, B9 e B12.

Le vitamine del gruppo B sono contenute ad esempio nei legumi, nel lievito di birra, nel fegato, nelle uova, nel pesce e nei cereali. Servono a molte funzioni dell’organismo, tra le quali aiutano a mantenere ottimale il funzionamento dell’apparato digerente. Queste vitamine inoltre prevengono la comparsa di una particolare forma di anemia.

La vitamina C è contenuta in molte verdure e frutta, in particolare nel kiwi e negli agrumi. Questa vitamina previene l’accumulo di sostanze tossiche che possono essere contenute in alcuni cibi, ed ha inoltre proprietà antiossidanti.

Le vitamine liposolubili sono la A, la D, la E e la K. La vitamina A o retinolo protegge la pelle e la retina dell’occhio. E’ contenuta ad esempio nelle uova, nel fegato, nelle carote e in altre verdure.

La vitamina D ha la funzione di favorire la fissazione del calcio nelle ossa, quindi è particolarmente utile nella crescita dei bambini e degli adolescenti. E’ contenuta ad esempio nel tuorlo d’uovo, in molti pesci, tra cui tonno e sardine, nel fegato, nel latte, nei formaggi.

La vitamina E ha proprietà antiossidanti e protegge la muscolatura cardiaca. Si trova ad esempio nell’olio di oliva, in alcuni cereali, nel fegato.

La vitamina K proprietà antiemorragiche, in quanto aiuta la coagulazione del sangue. E’ contenuta in molte verdure come cavolo, spinaci, prezzemolo e molte altre.

Oggi, che abbiamo a disposizione una vasta scelta di cibi per nutrire i nostri figli, talvolta ci chiediamo quali alimenti siano più sani. Ecco perché conviene saperne un po’ di più su una utile scienza: l’alimentazione.

Altri consigli