Chi sceglie una dieta vegetariana saprà perfettamente come integrare le sostanze nutritive della carne scegliendo le piante giuste e benefiche. I germogli sono una vera e propria panacea, un concentrato di vitamine, enzimi, clorofilla. I semi delle piante appena dischiusi danno vita al germoglio, un piccolo embrione di piantina che contiene tutte le sostanze nutritive che renderanno la nuova pianta forte e lussureggiante.

Vitamine, sali minerali, enzimi e clorofilla. Benefici per l’uomo e parte integrante di una dieta bilanciata e salutare, anche se non si è vegetariani. Tra tutti i germogli che possiamo scegliere di consumare, quelli della pianta Alfa Alfa, detta anche Alfalfa o Erba Medica, sono tra i più ricchi di virtù.

Contengono infatti le vitamine A, B2, B3, C, D, oltre a ferro, magnesio, fibre, proteine, aminoacidi essenziali e fitoestrogeni per prevenire i fastidi della menopausa e utili per contrastare la comparsa dell’osteoporosi. Secondo alcuni studi, l’integrazione della dieta con erba medica aiuta le neomamme nell’allattamento al seno.

Come ottenere in casa i nostri germogli, in modo elementare? Basterà procurarsi i semi, biologici e non trattati con pesticidi, e un comune barattolo da marmellata, con un elastico e una garza.

Terremo a bagno i semi per 5 o 6 ore circa, quindi li scoleremo e li disporremo in un barattolo di vetro ben lavato. Lo richiuderemo con una garza che sigilleremo con un semplice elastico. Ogni 12 ore circa dovremo sciacquare i germogli e riporlo nel barattolo. Quando spuntano i primi germogli, porremo il barattolo alla luce più diretta, per farli crescere rigogliosi e sviluppare la clorofilla. Il gusto dei germogli di Alfalfa è gradevole e delicato.

Gustiamoli in molti modi: crudi in insalata, conditi con olio di oliva, sale e poco succo di limone, oppure con qualche goccia di salsa di soia. Si possono utilizzare nei panini, nelle frittate, per insaporire il ripieno della pasta, o aggiunti a zuppe di verdura. Teniamo presente che se vengono cotti, i germogli perderanno molte sostanze nutritive benefiche.

Altri consigli