Non appena esplode la primavera, cresce la voglia di rinnovare la casa e, soprattutto, si mostra l'urgenza di fare pulizie più profonde ovunque. Tra i luoghi ad alto rischio di "panico", c'è la cucina con tutti i suoi armadietti da pulire e le mensole da riordinare e, in primis, il frigorifero. Tanto amato, quanto spesso odiato, questo elettrodomestico è molto bistrattato durante l'anno (ancor più se in famiglia ci sono bambini di ogni età) e periodicamente necessita di una pulizia profonda e accurata. Inoltre, è da considerare il fatto che, solitamente, non si sappia esattamente come usarlo il frigorifero. Infatti, ogni cibo richiede una conservazione differente e non è raro che si sbagli a riporlo, compromettendone oltretutto la durata effettiva e le proprietà organolettiche.

Ma procediamo con ordine. Il primo step è svuotare freezer e frigorifero, da tutto: per questo motivo, è consigliabile fare le grandi pulizie appena prima di dedicarsi alla spesa settimanale. Nel caso vi siano prodotti freschi avanzati, si possono cucinare immediatamente o, se non si tratta di latticini, carne. pesce, uova, si possono lasciare per un po' a temperatura ambiente (all'ombra). Diverso è il caso dei surgelati: i prodotti congelati non vanno mai ricongelati, pena batteri e seri problemi di salute. Perciò, meglio pulire frigo e freezer nei momenti di "carestia" di provviste.

Fondamentale, prima di procedere alla pulizia, staccare la corrente elettrica e quindi effettuare la detersione di giorno, quando il locale è ben illuminato dalla luce naturale e aerato.

Dopo aver liberato ogni ripiano e scomparto, è bene togliere dalle sedi le parti che si possono rimuovere e lasciarle a bagno in acqua e aceto. L'aceto, infatti, è un potentissimo antibatterico e un ottimo anticalcare: particolare non trascurabile, poi, non è tossico ed è quindi uno dei prodotti 100% naturali adatti a pulire il frigorifero e tutto ciò che entra a contatto con i cibi.

Il passo successivo è munirsi di spugnetta morbida e passare ogni angolo del frigorifero con una soluzione di acqua e aceto oppure un prodotto specifico (che riporti la dicitura “per la pulizia del frigorifero”) o, ancora, con una pasta speciale. Infatti, miscelando bicarbonato, limone e un po' di acqua si può ottenere un prodotto vegetale, ecologico e dall'alto potere pulente. Il bicarbonato e il limone insieme, inoltre, svolgono un'azione antiodore perfetta in caso di permanenza prolungata nel frigorifero, di cibi dall'odore sgradevole.

Una volta puliti i ripiani, i portauovo, i porta-formaggi e i cassetti, si può lasciare asciugare il frigorifero con lo sportello aperto mentre si procede all'operazione freezer. Quest'ultimo, se l'elettrodomestico è nuovo, solitamente si sbrina da sé grazie alle nuove tecnologie. Se, invece, il frigo è un pezzo di "antiquariato", può capitare di trovarsi di fronte a blocchi di ghiaccio genere Antartide. In questo caso, con lo spegnimento, si sciolgono da soli piano piano.

Per velocizzare il tutto, ci si può armare di santa pazienza e agevolare lo staccamento dei blocchi di ghiaccio con un'apposita paletta. Una volta libero, il freezer si pulisce esattamente come il frigo. Mai e poi mai usare il phon per capelli con l'intento di sciogliere il ghiaccio: primo, perché dovreste aver staccato la corrente elettrica e, in secondo luogo, perché sarebbe pericolosissimo tenere il phon vicino all'acqua.

Altri consigli