L'autunno non è soltanto natura che va in letargo, ma anche un'occasione per far germogliare fiori e piante, in vista dell'inverno, della primavera e dell'estate. Quindi, ottobre si rivela il mese giusto per piantare i famosi bulbi. C'è anche da aggiungere che i bulbi sono davvero una "miniera" soddisfacente per chi ha appena iniziato a sperimentare l'arte-passione del gardening, perché danno luogo a veri e propri giardinetti in miniatura sul terrazzo.

Vi sono però delle regole da seguire, una volta acquistati i bulbi, per ottenere un perfetto balcone fiorito e rigoglioso.

  1. I bulbi sono di piccole dimensioni. Una manciata di bulbi riempie più o meno una cassetta. Si possono usare anche le cassette del mercato (quelle "abbandonate").
  2. Vanno interrati a una profondità esattamente doppia alla loro altezza.
  3. Si possono acquistare con successo e risparmio anche online (basti pensare, per esempio, ai tulipani.
  4. Solitamente l'esposizione ideale è quella a "mezzo-sole" ovvero né troppo all'ombra né in pieno sole. Condizione piuttosto complessa da mantenere, ma è sufficiente un po' di attenzione in più nel posizionare la cassetta sul balcone nell'arco della giornata.
  5. I bulbi vanno innaffiati, poco, una o due volte a settimana.
  6. Un trucco: per innaffiare usa l'acqua lasciata per mezza giornata sotto la luce del sole.

Quali bulbi piantare a ottobre:

  • Bucaneve -  Fiore dalle campanelle bianche, il bucaneve spunta proprio sotto la neve e fiorisce tra gennaio e marzo
  • Giacinto - Graziose campanelline rosa o blu, il giacinto fiorisce tra aprile e maggio
  • Stella di Betlemme - Bianca e molto particolare, la stella di Betlemme fiorisce a partire dal mese di maggio
Altri consigli