Aria condizionata in casa o al lavoro, sbalzi termici tra "fuori e dentro", ventilatori puntati addosso per disperazione da afa, pale che sventolano sulla testa donando refrigerio quando manca l'aria.

In estate, ammettiamolo, incorrere in dolorosi torcicollo non è solo una "questione di anzianità". Con le opportune strategie puoi sia prevenire sia curare il fastidioso acciacco tipicamente estivo.

  • Porta sempre con te una pashmina - Più che il classico golfino, in estate è bene avere con sé una pashmina (sciarpetta) leggera ma in grado di coprire per bene la zona di collo e spalle. Da usare quando si entra al supermercato, in auto con l'aria condizionata accesa e in qualsiasi momento in cui si avverta uno sbalzo termico importante. Tutto ciò, inoltre, aiuterà a prevenire anche i caratteristici mal di gola.
  • I cerotti termici - Se il torcicollo ha già colpito, non resta che intervenire su contrattura e dolore. Un rimedio efficace sono i cerotti senza farmaci, che agiscono rilasciando calore nella zona colpita. In alternativa, qualora non dovessero fare effetto, si può ripiegare su analoghi cerotti a base di antinfiammatori (si acquistano anche al supermercato e in parafarmacia).
  • Pomata all'arnica - Una cura dolce per il torcicollo è l'applicazione (con automassaggio) di una crema a base di arnica. Questa sostanza agisce con antinfiammatorio naturale e antidolorifico, risultando efficace solo se applicata con costanza. Per la prevenzione, se si è soggetti a dolori cervicali e infiammazioni, si può massaggiare l'area in questione con olio a base di arnica ogni mattina e sera dopo la doccia o il bagno.
  • Artiglio del diavolo - Se il dolore al collo è molto forte, occorrono antidolorifici e antinfiammatori assunti per via orale. Oltre ai classici farmaci, si può provare con pastiglie a base di artiglio del diavolo o con l'omeopatia.
  • Lavanda - Un ulteriore rimedio naturale perfetto per decontrarre la muscolatura a livello di cervicale, è un massaggio con olio di mandorle dolci "elaborato" con olio essenziale puro di lavanda.
  • Magnesio - Se si è predisposti a contratture muscolari, è bene integrare la dieta con magnesio (miorilassante) e potassio (anti-crampi). In questi casi, possono essere utili integratori in bustina dei due minerali associati.
  • Esercizi specifici - Se il torcicollo non è in fase acuta e per prevenirlo, è utile eseguire alcuni semplici esercizi di stretching ogni mattina e ogni sera prima di coricarsi. Così come è consigliabile nuotare non appena possibile.
  • Non dormire con il ventilatore puntato - Se l'afa non dà tregua e non si è provvisti di condizionatore, è comunque bene non puntarsi addosso il ventilatore nel sonno. Quindi, meglio accendere le pale solo in direzione diversa e mai diretta, giusto per smuovere l'aria.
Altri consigli