Con l'affacciarsi delle belle giornate, torna prepotente anche la voglia di trascorrere più tempo all'aperto e di rimettersi in forma. E cosa c'è di meglio di una bella pedalata? La bicicletta sta, fortunatamente, diventando il mezzo preferito anche degli italiani (con picchi di preferenza riscontrati soprattutto nel centro-Italia). La bici non inquina, ha un bassissimo costo di manutenzione e fa bene a tutti.

Ma quanto fa bene andare in bicicletta? Più di quanto si riesca a immaginare!

Recenti studi in neurologia hanno evidenziato come il solo ritmo del pedalare crei cambiamenti neuronali importanti, in grado di attenuare addirittura i sintomi di depressione e gli sbalzi d'umore. Ma andiamo per ordine. Pedalare abbassa il livello di stress e mette in circolo un numero elevato di endorfine, molecole "della felicità" che aumentano esponenzialmente se si pedala in mezzo al verde, nel sole o vicino al mare.

Abbandonare l'auto e scegliere la bicicletta come mezzo di trasporto aumenta anche l'autostima. Infatti, sentirsi attivi e più in forma sono due condizioni necessarie per costruirsi un'autostima di ferro, a prova di influenze o persone negative. Combattere la sedentarietà con una bella pedalata è uno dei più grandi regali che ci si possa concedere con la bella stagione.

Dal punto di vista prettamente fisico, pedalare permette di bruciare un discreto numero di calorie. Dunque, la bicicletta è a tutti gli effetti un attrezzo bruciagrassi. In misura maggiore se si pedala in pendenza o su uno sterrato. A livello muscolare, il movimento della pedalata modella cosce e glutei. Ma non solo, pedalare riduce anche la circonferenza del girovita, tonifica braccia e spalle, aumenta la coordinazione.

Pedalare da soli o in compagnia? La bicicletta può diventare anche un modo per socializzare e per trascorrere più tempo insieme agli amici o alla famiglia, bambini compresi. È consigliabile scegliere percorsi nel verde o, in città, puntare sulle piste ciclabili più lunghe e meno interrotte. E non dimenticare mai di indossare il casco!

Infine, scegliere la bicicletta fa bene a cuore e polmoni: come ogni allenamento cardio che si rispetti, anche il ciclismo (amatoriale, in questo caso) rinforza cuore e polmoni, migliorando la circolazione sanguigna e linfatica. E i benefici per i polmoni sono anche a lungo termine e indiretti: usando di più le biciclette, diminuiscono le auto in circolazione e si assiste a un impatto positivo a livello di inquinamento atmosferico.

Ma, considerando che siamo ancora un po' lontani da questo tipo di progressi, è consigliabile scegliere percorsi il più possibile lontani da zone molto trafficate e congestionate.

Altri consigli