La Pasqua è una grande festa per i bambini ed è l’apoteosi della golosità per gli amanti del cioccolato. Tra uova da scartare e picnic sui prati, il periodo pasquale ben si presta a tutto ciò che significa rinnovamento. E lo stesso uovo, infatti, simboleggia la vita che nasce.

Dunque, in ogni menu pasquale che si rispetti, non possono mancare le uova: di cioccolata, sode, nella torta Pasqualina…

Ma l’uovo può essere usato anche per decorare la tavola, colorandolo e mantenendolo commestibile. Questo lavoretto è perfetto per i bambini poiché li aiuta a sviluppare la manualità fine, a liberare la creatività e a trascorrere il tempo libero lasciato dalle vacanze scolastiche.

Come si fanno le uova di Pasqua colorate?

Prima di tutto, occorrono uova bianche da lasciar rassodare. Ma non solo, è proprio durante la fase di cottura che si colora il guscio dell’uovo grazie all’immersione dello stesso in acqua bollente e colorante.

A proposito del colorante, in commercio esistono coloranti alimentari appositi, ideali se si ha poco tempo o non si ha voglia di sperimentare. Ma vale la pena, soprattutto per far divertire i bambini e ottenere un prodotto 100% naturale, provare con i colori che troviamo in dispensa: spezie, verdura e frutta sono ottime risorse per piccoli e grandi creativi.

I coloranti naturali

Uno dei colori più semplici da ottenere naturalmente è il giallo. Per avere uova gialle, basterà immergerle per circa 20 minuti in acqua bollente addizionata di zafferano o di curcuma. In quest’ultimo caso, il giallo sarà più acceso e intenso. La curcuma, inoltre, è ben più economica dello zafferano e, conservata in dispensa, sarà l’alleato benessere top per tutta la famiglia.

Per avere uova rosse o rosa, a seconda della concentrazione di colorante e del tempo di cottura, si può provare con il karkadé. Questo infuso a base di fiori di ibisco, è altamente colorante e anche del tutto sano. Oppure, in alternativa, può funzionare anche la barbabietola rossa già cotta (da inserire nell’acqua a pezzettini).

Con il vino rosso, infine, possiamo ottenere uova viola. Il procedimento è sempre lo stesso e, considerata la destinazione del vino, sarà perfetto un qualsiasi prodotto da tavola benché rosso.

Altri consigli