Dessert
Per 4 porzioni
Facile

Le pesche nettarine raccolte nelle nostre campagne sono squisite: CRAI garantisce la loro provenienza rigorosamente italiana, per offrirci tutto il sapore e la freschezza della frutta scelta. In questa ricetta gustiamole ripiene, ancor più golose.

Lista della spesa
  • 4 pesche nettarine Filiera Italiana Garantita CRAI
  • 10 biscotti secchi petit CRAI
  • 25 g di burro CRAI
  • 2 cucchiai di miele d’arancio CRAI
  • 1 bicchiere di succo d’arancia CRAI
  • 220 g di ricotta CRAI
  • 50 g di pistacchi sgusciati CRAI
  • 2 cucchiaini di zucchero a velo
Preparazione

La pesca nettarina si distingue dalle altre varietà di pesche perché la buccia è priva della caratteristica “peluria”. E’ un frutto versatile che si presta ad essere apprezzato gustandolo in molte preparazioni. La versione ripiena è particolarmente apprezzata dai bambini perché diviene un vero e proprio dessert, dolce e nutriente.

Gli ingredienti semplici e naturali rendono le pesche ripiene adatte ad essere servite per colazione, merenda o come delizioso fine pasto. Potremo servirle ancora tiepide, appena cotte, oppure lasciarle in frigorifero e servirle ben fredde. Laviamo le pesche ma non peliamole. Tagliamole a metà e togliamo il nocciolo.

Mettiamo i biscotti in un sacchetto di plastica e tritiamoli con il matterello. Ovviamente questo è un metodo rudimentale, usiamo i robot da cucina più idonei, se ne disponiamo. Tritiamo grossolanamente anche i pistacchi. Prepariamo una teglia da forno rivestita dell’apposita carta e preriscaldiamo il forno a 160 gradi. Sciogliamo il burro e mescoliamolo ai biscotti e ai pistacchi tritati, quindi amalgamiamo con il miele.

Con questo composto riempiamo le cavità delle mezze pesche, irroriamole con il succo d’arancia e inforniamo. Cuociamo le pesche per 20 minuti. Nel frattempo mescoliamo il formaggio con lo zucchero a velo e rendiamolo cremoso. Serviamo le pesche ripiene tiepide o fredde, in un piattino, sormontate dalla crema di formaggio.