Primi
Per 2 porzioni
Per vere cuoche

Questa proposta prevede un salto al mercato del pesce più vicino. Le mazzancolle infatti dovranno essere freschissime. Connubio saporito di mare e dal profumo d’arancia, questo piatto porterà fortuna ai novelli sposi... di qualsiasi età!

Lista della spesa
  • 160g di spaghetti n. 3 CRAI
  • 6-8 mazzancolle freschissime
  • 1 scalogno tritato
  • 1 cipolla tritata (ortofrutta CRAI)
  • 4 cucchiai circa di burro CRAI
  • mezzo bicchiere di succo di arancia spremuto al momento (ortofrutta CRAI)
  • mezzo bicchiere di panna da cucina CRAI
  • sale-pepe nero in grani CRAI
  • quattro cucchiai di brandy
  • un cucchiaino di dragoncello
  • 1 arancia a spicchi senza pelle e semi
  • il succo di 1 limone
  • mezzo bicchiere di marsala secco
Preparazione

Una cena più raffinata del solito. Ogni tanto ce la concediamo volentieri, anche se questo comporta la scelta accurata di ingredienti diversi. Però, con un salto al punto vendita CRAI sotto casa, o quasi, ci riforniamo di tutto quello che ci occorre. Una sosta alla pescheria di fiducia e il gioco è fatto.

In una padella capiente facciamo rosolare in due cucchiai di burro la cipolla tritata fino a che diverrà quasi trasparente. Aggiungiamo le mazzancolle, mezzo bicchiere di marsala secco e facciamo cuocere a fuoco lento. Facciamo rosolare lo scalogno in un cucchiaio di burro, versiamo il succo di arancia e mezzo cucchiaino di dragoncello tritato.

Continuiamo la cottura a fuoco lento fino a che la salsa si sarà addensata. Passiamola quindi in un colino, uniamo il rimenente burro a fiocchi, la panna e insaporiamo con sale, pepe e il brandy, mescolando con cura. Uniamo quindi la salsa all’arancia alle mazzancolle e cuociamo ancora per qualche minuto per amalgamare gli ingredienti.

Lessiamo al dente gli spaghetti e condiamo con la salsa di arance e mazzancolle, impiattiamo e decoriamo con dragoncello e qualche spicchio di arancia.

Per esaltare il sapore leggermente agrodolce di questo piatto scegliamo un vino bianco leggero e profumato, dal sapore asciutto e armonico, come un Bianchello del Metauro doc. Lo serviremo a una temperatura di 9-11 gradi.