Secondi
Per 2 porzioni:
Facile

Questa deliziosa ricetta messinese ci regala un modo succulento per servire il baccalà, un pesce che se cucinato sapientemente si rivela una delizia. Seguire la ricetta si rivelerà semplice e gli ingredienti sono tutti facilmente reperibili. Il piatto è salutare ed indicato per riprendere la forma fisica dopo il periodo delle festività natalizie.

Lista della spesa
  • 500 grammi di baccalà già spinato e ammollato
  • 300 g di patate Filiera Italiana Garantita CRAI, oppure 300 g di patate novelle prefritte surgelate CRAI
  • 1 cipolla bianca, 1 spicchio d’aglio, 1 gambo di sedano e 1 mazzetto di prezzemolo Filiera Italiana Garantita CRAI
  • 2 cucchiai di uvetta sultanina CRAI
  • 200 di pomodori pelati CRAI
  • 20 g di capperi CRAI
  • 100 g di olive verdi denocciolate CRAI
  • Farina bianca CRAI quanto basta
  • Sale – pepe nero macinato CRAI
  • Olio extravergine d’oliva CRAI quanto basta
  • 1 bicchiere d’acqua calda
Preparazione

Laviamo e mondiamo le verdure. Tritiamole e lasciamole appassire, insieme allo spicchio d’aglio intero, in olio extravergine d’oliva ben caldo. Utilizziamo un tegame capiente, preferibilmente non una padella antiaderente. Aggiungiamo i capperi sciacquati preventivamente in acqua, le olive e i pomodori pelati a pezzi; continuiamo la cottura per altri 10 minuti circa.

Peliamo le patate e tagliamole a fettine sottili mezzo centimetro, che faremo dorare in padella con olio extravergine d’oliva bollente. In alternativa, risparmiamo tempo utilizzando le patate prefritte surgelate CRAI, saporite e gustose. Trasferiamo le patate nel tegame con il sugo, per continuarne la cottura. Tagliamo a pezzetti il baccalà, infariniamo e friggiamolo pochi minuti in olio ben caldo.

Trasferiamo anche il baccalà nel tegame con gli altri ingredienti, l’uvetta, versiamo 1 bicchiere di acqua calda, condiamo con sale e pepe nero e lasciamo cuocere circa 30 minuti, mescolando di tanto in tanto. Al momento di servire, decoriamo il piatto con ciuffi di prezzemolo fresco. A tavola, non potrà mancare in abbinamento alla nostra ricetta un ottimo vino bianco siciliano.

Dalla Selezione Cantina CRAI scegliamo infatti un Alcamo D.O.C. Si tratta di un vino bianco dal colore giallo paglierino chiaro e dal profumo complesso. Il sapore è secco, con una nota di mandorla amara. Lo serviremo molto fresco, ad una temperatura di 8-10 gradi centigradi.