Secondi
Per 4 porzioni:
Facile

Si tratta di una specie di focaccia cotta al forno con ripieno di caciocavallo, un formaggio tipico siciliano e molto saporito. Servito come merenda o ben caldo a una festicciola, lo sfincione si rivela una scelta gustosissima.

Lista della spesa
  • 800 di farina bianca CRAI
  • 25 g di lievito di birra
  • 2 cipolle bianche Filiera Italiana Garantita CRAI
  • 500 g di pomodori pelati CRAI
  • 100 g di caciocavallo fresco
  • 100 g di filetti d’acciuga sott’olio CRAI
  • Sale – pepe nero macinato CRAI
  • Olio extravergine d’oliva CRAI quanto basta
  • 2 cucchiaini di origano CRAI
  • Pangrattato quanto basta
Preparazione

Formiamo un impasto con la farina mescolata al lievito sciolto in mezzo bicchiere di acqua tiepida leggermente salata. Lavoriamo la pasta versando se occorre altra acqua salata, in quanto dovrà rimanere molto morbida. Trasferiamo la pasta in una terrina, copriamola con un canovaccio pulito e lasciamola lievitare per 2 ore circa.

Mondiamo e affettiamo sottilmente le cipolle, che faremo soffriggere in olio extravergine d’oliva, quindi continuiamo la cottura per 20 minuti circa, aggiungendo poca acqua. In una teglia unta con olio stendiamo la pasta lievitata e riduciamola a una sfoglia spessa 2 cm che cospargeremo con le acciughe a pezzetti.

Affettiamo il caciocavallo e disponiamo le fettine sopra la pasta, insieme ai pomodori pelati schiacciati con una forchetta. Spolverizziamo con l’origano e abbondante pangrattato. Sistemiamo lo sfincione in una teglia ricoperta da carta da forno, poniamolo nel forno già riscaldato a 250 gradi circa e lasciamo cuocere per 20 minuti.

Al momento di servire tagliamo lo sfincione a fette.