Secondi
Per 2 porzioni:
Brave in cucina

Per una serata con cena a base di pesce proviamo questa ricetta raffinata e gustosa.

Si prepara senza difficoltà utilizzando una comune padella, così potremo fare a meno del forno che dovrebbe essere in seguito pulito con cura. E' una preparazione non molto calorica, adatta a chi tiene d’occhio la linea senza rinunciare a deliziosi “peccati di gola”.

Lista della spesa
  • 300 g di filetti di branzino
  • 20 g di burro CRAI
  • Olio extravergine d’oliva umbro Piaceri Italiani CRAI quanto basta
  • 3 coste di sedano,1 porro, 1 ciuffetto di sedano fresco e 1 limone Filiera Italiana Garantita CRAI
  • Brodo vegetale di dado quanto basta
Preparazione

In una casseruola facciamo imbiondire in abbondante burro ben caldo il sedano, già tagliato a rondelle sottili. Una volta ammorbidito versiamo brodo vegetale caldo quanto basta e cuociamo per 40 minuti circa. Passiamo il sedano cotto nel mixer e versiamo olio extravergine d’oliva poco alla volta. Dovremo ottenere una crema morbida ed omogenea.

Cuociamo i filetti già spinati e deliscati, ma con ancora la loro pelle, in una padella antiaderente con olio extravergine d’oliva. Regoliamo di sale, aggiungiamo 2 cucchiai di burro e terminiamo la cottura del pesce. Bagniamo con il succo di limone. Friggiamo il porro a listarelle sottilissime insieme alle foglie di prezzemolo. Serviamo i filetti di branzino posti sopra un letto di purè di sedano, sormontati dal fritto di porro e prezzemolo.

Che vino serviremo in tavola? Dalla Selezione cantina CRAI scegliamo un ottimo vino bianco: un Gavi D. O. C.G. che ben si adatta ai piatti di pesce e si abbina ai sapori delicati. E’ un vino bianco secco e fruttato, con note citrine e di frutta esotica. Lo serviremo a una temperatura compresa tra i 10 e i 12 gradi centigradi.