Primi
Per 2 porzioni
Brave in cucina
Si preparano con le buone verdure di stagione, che sanno di primavera. Serviremo le zuppe in piatti di ceramica rustica, con eventuali crostini di pane condito con olio e aglio. Le zuppe non consumate potremo conservarle congelandole nel nostro freezer di casa.
Lista della spesa
  • 200 g di fave fresche private del loro baccello
  • 300 g di cicoria fresca
  • 200 g di basilico fresco
  • 1 cipolla bianca Filiera Italiana Garantita CRAI
  • 1 pizzico di peperoncino in polvere CRAI
  • Sale e pepe nero macinato CRAI
  • Olio extravergine di oliva toscano Piaceri Italiani CRAI quanto basta
  • Mezzo l di acqua bollente
Preparazione

Lessiamo le fave in acqua bollente e teniamo da parte l'acqua di cottura. Passiamo le fave cotte nel passaverdure. Mondiamo e laviamo la cicoria, tagliamola a pezzi che lesseremo nell’acqua di cottura delle fave Tritiamo la cipolla e soffriggiamola in olio extravergine d oliva in una capace casseruola.

Uniamo la cicoria, il passato di fave e 1 tazza di acqua di cottura. Regoliamo di sale e pepe, aggiungiamo il basilico spezzato con le mani e continuiamo la cottura per qualche minuto. Versiamo la rimanente acqua di cottura aggiungendone eventualmente altra, portiamo a bollore e addensiamo la zuppa cuocendo a fuoco lento per dieci minuti circa. Al momento di servire daremo un tocco piccante alla ricetta con un pizzico di peperoncino.

Per un allegro brindisi scegliamo un vino rosso leggero e invitante. Un Grignolino d Asti D.O.C., dal colore rosso rubino con riflessi aranciati e dal profumo delicato. Al palato denota una piacevole nota vellutata che acquista eleganza con un moderato invecchiamento. Lo serviremo a temperatura ambiente, dai 15 ai 20 gradi centigradi.