Secondi
Per 2 porzioni
Brave in cucina

Questo ricco piatto unico unisce la delicatezza della carne di coniglio alla dolcezza dei finocchi. Le verdure cotte sono molto digeribili e apportano all'organismo fibre e sali minerali utili per contrastare la stanchezza primaverile, un momento in cui vorremmo essere tutti pieni di energia ed entusiasmo. Questa ricetta sarà la soluzione ideale per pranzi e cene informali, ma al contempo il piatto non si farà dimenticare!

Lista della spesa
  • 2 finocchi, 3 carote, un mazzetto di prezzemolo Filiera Italiana Garantita CRAI
  • 4 foglie di alloro
  • 1 cucchiaino di semi di finocchio
  • 1 rametto di rosmarino
  • 500 g di carne di coniglio a pezzetti
  • Olio di oliva CRAI quanto basta
  • 4 cucchiai di farina bianca CRAI
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • Sale e pepe bianco macinato CRAI
Preparazione

Laviamo, mondiamo e tagliamo a tocchetti i finocchi. Soffriggiamoli in olio di oliva ben caldo, con le carote tagliate a rondelle sottili. Mescoliamo e cuociamo le verdure sino a che saranno tenere e regoliamo con sale e pepe. Infariniamo i pezzi di coniglio e facciamoli cuocere in una capace casseruola con olio, sale, pepe bianco, rosmarino, le foglie di alloro, i semi di finocchio e il prezzemolo tritato. Facciamo rosolare la carne qualche minuto, quindi versiamo il vino, copriamo con un coperchio e lasciamo cuocere 20 minuti circa, aggiungendo acqua calda se necessario per la cottura.

Serviamo la carne di coniglio ben calda con le verdure preparate in precedenza. Serviremo il pesce disposto su una base di finocchi allo zafferano.

Serviamo in tavola un ottimo vino bianco scelto dalla vasta Selezione Cantina CRAI: un Trebbiano d’ Abruzzo D.O.C. dal colore giallo paglierino, vellutato e armonico. L’aroma è delicato e piacevolmente vinoso. Va servito freddo, ad una temperatura non superiore ai 10 gradi centigradi.