Piemonte
Dessert
DOCG
Origini storiche vitigno

I documenti più antichi che citano la coltivazione del Moscato in Piemonte sono dei primi anni del 1300. Il termine Moscato compare proprio nel Medio Evo con il significato di profumato. Alla fine del 1700 la prestigiosa Società di Agricoltura di Torino indicava il Moscato come uno dei vitigni piemontesi in grado di produrre i vini più pregiati. Con il 1800, un secolo importante per l'evoluzione delle conoscenze viticole ed enologiche, questo antico vitigno ampliò ancora la sua storia per diventare uno dei protagonisti della nuova enologia piemontese.

Luogo

52 Comuni delle province di Asti, Cuneo e Alessandria.

Vitigni

Moscato.

Abbinamenti gastronomici

Pasticceria secca, gelati e dolci alla frutta.

Colore
Giallo paglierino più o meno intenso.
Elementi gustativi/olfattivi

Aromatico talvolta vivace - fragrante.

Temperatura di servizio
8-10° C
Bicchiere di servizio
Coppa.
Gradazione
5,5%