Piemonte
DOC
Origini storiche vitigno
Le prime testimonianze storiche certe ad oggi conosciute, menzionano il Dolcetto in un documento del comune di Dogliani, datato 1593, nel quale si richiamavano i coltivatori a non sprecare le uve raccogliendole prima della piena maturazione. Ma la storia del vitigno è sicuramente più antica ed in merito alla sua origine primaria non si hanno certezze. Gli studiosi della vite, infatti, sono parzialmente concordi nell’affermare che il Dolcetto sia stato selezionato in epoca tardo-medioevale da un seme coltivato nei dintorni di Ormea e che da qui si sia diffuso per contiguità in tutta la Val Tanaro.
Luogo
Comune di Santo Stefano Belbo e adiacenti
Vitigni
dolcetto
Abbinamenti gastronomici
primi piatti, secondi di carne, formaggi freschi e di media stagionatura
Colore
rosso intenso giovane a volte tendente al violaceo
Elementi gustativi/olfattivi
asciutto, morbido, di moderata aidità - vinoso intenso, delicato, di grande armonia
Temperatura di servizio
16-18°C
Bicchiere di servizio
calice
Gradazione
13