Campania
Carni bianche
DOCG
Origini storiche vitigno

E' l'antico vitigno campano che i latini indicavano con il nome (Vitis Apiana) per via della dolcezza delle sue uve che attiravano le api. La sua matrice ampelografica lo conduce a varietà elleniche del periodo della Magna Grecia. Il Vino da esso prodotto era apprezzatissimo da consoli e imperatori romani ed ancora oggi gode fama di essere uno dei migliori bianchi d'Italia per via della sua struttura e straordinaria finezza ed anche in terra siciliana dimostra tutta la sua esuberanza.

Luogo

Territori intorno al Comune di Avellino.

Vitigni

Fiano di Avellino.

Abbinamenti gastronomici

Piatti elaborati a base di pesce e crostacei, risotti alle verdure, carni bianche, mozzarella di bufala.

Colore
Giallo dorato brillante.
Elementi gustativi/olfattivi

Note minerali che ricordano l'albicocca e la scorza d'arancio, seguite da un lunghissimo finale di nocciola tostata, fresco e complesso dalle note speziate che si mescolano con quelle floreali del tiglio, acacia e miele.

Temperatura di servizio
8-10° C
Bicchiere di servizio
Renano.
Gradazione
13%