Trentino Alto Adige
Pesce
DOC
Origini storiche vitigno

Il suo nome deriva da Chardonnay, l'omonimo paese del Mâconnais in Borgogna. In Trentino venne introdotto dall'Amministrazione austriaca con il nome di Pinot-Chardonnay attraverso l'istituto Agrario di S. Michele verso la fine dell'800. La diffusione del vitigno fu frutto dell'intuizione e delle conoscenza della viticoltura europea di Giulio Ferrari che nella sua duplice veste di vivaista e produttore di spumanti aveva compreso le potenzialità qualitative dello Chardonnay.

Luogo

Trentino.

Vitigni

Chardonnay.

Abbinamenti gastronomici

Aperitivo, antipasti di pesce caldi, crudità marine, risotti di pesce, uova, prosciutto crudo e vol-an-vent ai funghi.

Colore
Giallo paglierino.
Elementi gustativi/olfattivi

Armonico, secco, liscio e fresco, ben caratterizzato e di lunga persistenz. Delicato, fine, tipico e gradevolmente fruttato con sentori di mela Golden.

Temperatura di servizio
8-10° C
Bicchiere di servizio
Tulipano.
Gradazione
12,5%