Toscana
Carni rosse
DOCG
Origini storiche vitigno

L'instaurazione della così detta Estatatura al tempo di Pietro Leopoldo I di Lorena (1737 circa) e l'arrivo nella terra di Scansano di diverse famiglie di benestanti richiamate dal Granduca ad investire e valorizzare il comprensorio maremmano, portò una nuova prospettiva di sviluppo per la Maremma e in particolar modo per Scansano. Con l'Estatatura per sei mesi all'anno, da giugno ad ottobre, gli uffici pubblici della provincia di Grosseto si spostavano a Scansano per sfuggire alla malaria. Il nome Morellino, secondo la tradizione, trae il suo nome dai cavalli bai detti morelli, di cui riprende il vigore e l'intensità del manto, che venivamo utilizzati per trainare le carrozze delle famiglie e dei funzionari che si spostavano a Scansano.

Luogo

Zona compresa tra i fiumi Ombrone ed Alberga.

Vitigni

Sangiovese.

Abbinamenti gastronomici

Grigliate di carni rosse e piatti gustosi.

Colore
Rosso rubino.
Elementi gustativi/olfattivi

Ben strutturato, ricco di tannini dolci, morbidi, molto intenso di frutta rossa matura.

Temperatura di servizio
18°C
Bicchiere di servizio
Calice.
Gradazione
13,5-14%