Se vogliamo trascorrere un week-end immersi nell'arte, nella natura e nella storia verdiana, non ci resta che fare un salto a Busseto. Busseto è una città della provincia di Parma in Emilia Romagna. Il nostro viaggio inizia con una visita al centro storico della città dove si respira un'aria verdiana. Infatti il compositore Giuseppe Verdi, era nato a Roncole Verdi, piccola frazione del comune di Busseto. Al centro della città, troviamo la piazza Verdi e il teatro dedicato al compositore, il Teatro Giuseppe Verdi inaugurato nel 1868. Oggi il teatro si presenta in tutto il suo splendore, dato che è stato recentemente restaurato e al suo interno ospita trecento persone.

Un altro luogo significativo è Casa Barezzi, residenza di Antonio Barezzi che intravide le straordinarie capacità del compositore e ne finanziò i suoi studi musicali. Al suo interno troviamo alcuni oggetti che ricordano quel periodo verdiano. Al suo interno troviamo: un pianoforte restaurato, il ritratto del giovane compositore e del mentore Antonio Barezzi e delle lettere autografe di quel tempo. Suggestiva è la visita alla villa Pallavicino, una dimora rinascimentale che ospita al suo interno, il Museo Nazionale Giuseppe Verdi dedicato al compositore. All'interno possiamo ammirare il genio del compositore con ventisette opere che offrono una visione di quel tempo che fu.

Ma non finisce qui, all'interno delle scuderie della dimora rinascimentale di Villa Pallavicino, possiamo ammirare anche il Museo Renata Tebaldi. La donna è stata un soprano italiano ed era ricordata proprio come interprete di Puccini e Verdi. Al suo interno, troviamo cimeli, oggetti, gioielli, immagini della celebre artista e testimonianze inedite di colleghi e artisti. La soprano venne denominata Voce D'Angelo dal celebre direttore d'orchestra Arturo Toscanini. Ovviamente a Roncole Verdi, frazione di Busseto, si trova la casa natale del compositore Giuseppe Verdi. In questo luogo, si respira l'atmosfera dei primi anni di vita di Verdi. Questa è una tappa davvero consigliata.

A Busseto, possiamo ancora visitare la Collegiata di San Bartolomeo, costruita tra il 1437 al 1450 e la Chiesa di Santa Maria degli Angeli. La chiesa è famosa per la preziosa opera del Compianto sul Cristo Morto. Si tratta di un gruppo statuario realizzato all'interno di una finta grotta da Guido Mazzoni per volere della famiglia della zona, i Marziani.

La lista delle chiese da visitare è ancora lunga per citarne altre: la chiesa di Sant'Ignazio di Loyola, di San Gregorio e San Rocco ecc.. Ma Busseto non è solo arte, storia e cultura ma anche natura e sport. Qui nella cittadina si possono fare passeggiate lungo la città e andare in bicicletta.

Per gli amanti dello sport e della natura è un'occasione per visitare la città senza l'uso dell'auto. Ogni anno Busseto è meta di turisti italiani e stranieri sopratutto durante il mese di ottobre dove si celebra la nascita del compositore verdiano con il Festival Verdi. Insomma abbiamo mille ragioni per venire a visitare Busseto, anche se non siamo appassionati di musica classica. Perchè Busseto è l'anima della storia, della cultura e della musica immortale, quella che non muore mai!

whataspp
Altri weekend simili