Se volete ammirare uno spettacolo della natura, una tappa d'obbligo è il Lago di Orta in provincia di Novara in Piemonte. Da qui non può mancare una visita all'Isola di San Giulio, gioiellino che si affaccia sul lago. Partendo dalla piazza centrale della città, piazza Motta, possiamo prendere i motoscafi pubblici che ci portano fino all'Isola (in pochi minuti). Il panorama circostante è davvero bellissimo e in poco tempo si arriva all'Isola di San Giulio. Si tratta di un isolotto pieno di pace e di serenità. L'atmosfera è mistica e spirituale. Sull' Isola, possiamo ammirare la Basilica di San Giulio, una struttura religiosa romanica con influenze barocche.

Possiamo vedere anche il Monastero di Clausura delle suore benedettine. Qui le monache benedettine si dedicano alla meditazione e alla preghiera. L'isola di San Giulio è pervasa da un senso di quiete profonda. Ma niente paura ci pensa la leggenda a portare un po' di burrasca nel clima quiete dell'Isola. Si narra che questo isolotto un tempo, fosse abitato da mostri e serpenti fino all'arrivo di San Giulio. Il santo cambiò le sorti dell'isola fondando qui una chiesa. Sull'isola è presente una piccola osteria dove è possibile gustare i piatti tipici della zona. Si può effettuare una bella camminata seguendo il Sentiero del Silenzio guardando gli incredibili scorci sul lago.

Ritornando poi in motoscafo ad Orta San Giulio, possiamo ammirare il centro storico con le viuzze, alcune delle quali si affacciano sul lago. Monumenti di principale interesse della città sono: il Palazzotto di Orta San Giulio e le location come: Villa Crespi e Villa Perrone. Rimaniamo affascinati da Villa Crespi, tutta realizzata in stile arabo. E' una struttura da favola, sita nella cornice del Lago D'Orta che presenta anche la cucina firmata da uno dei più noti chef italiani.

Un'ultima tappa del nostro viaggio, la possiamo fare andando verso il Sacro Monte di Orta che è considerato patrimonio dell'umanità. Il percorso è dedicato a San Francesco D'Assisi e si snoda in una ventina di cappelle che raccontano la sua vita e i suoi miracoli. Sembra di essere a un passo dal cielo!

Ma al nostro viaggio non poteva mancare anche un tocco di silvestre. Spostandoci con la macchina possiamo salire fino al Mottarone. Il Mottarone è una montagna che divide la provincia del Verbano Cusio Ossola da quella di Novara. Infatti, partendo dal Lago d’Orta e da Armeno, si seguono le varie indicazioni ( Strada delle due riviere) per arrivare fino a destinazione. Oppure si può prendere la strada privata borromea (da Stresa-Gignese ma a pagamento) o ancora usare la funivia del Mottarone prendendola a Stresa Lido. Dalla funivia, si può ammirare tutto il paesaggio montano circostante e quando si arriva in cima sembra di essere in un paradiso. Salendo alla cima del monte a fianco della croce ai caduti, se il tempo lo permette si possono vedere i 7 laghi sottostanti: lago Maggiore, lago di Mergozzo, lago di Varese, lago d'Orta, lago di Comabbio, lago di Monate e lago di Biandronno. Almeno una volta si dovrebbe vivere il clima mistico e di serenità che pervade l'isola di San Giulio e ammirare le bellezze naturali dalla cima del Mottarone.

whataspp
Altri weekend simili