Bolzano è una città a misura d’uomo, non è certo una metropoli, ma offre ogni genere di attrazione. Il visitatore sportivo non avrà che l’imbarazzo della scelta, perché a pochi chilometri ci si potrà immergere in ottime piste innevate. Gli amanti dell’arte hanno a disposizione un’ambientazione architettonica raffinata ed elegante. Per i più sedentari lo shopping cittadino sarà la scelta giusta, godendo di numerose soste nei bei caffè che offrono squisite torte e cioccolate calde per ritemprare corpo e spirito.

Iniziamo la scoperta della città visitando i numerosi luoghi della fede: la Chiesa dei Domenicani racchiude al suo interno una cappella dedicata a San Giovanni. Molto interessante anche la Chiesa parrocchiale di Gries, che conserva il bel crocefisso ligneo risalente al 200. Sempre all’interno della Chiesa potremo ammirare l’artistico altare, opera di Michael Pacheruno.

A caccia di castelli! L’area di Bolzano è una delle più ricche di castelli, non solo rispetto all’Italia, ma dell’intera Europa. Castel Roncolo non ci deluderà: arroccato su una collina è perfettamente conservato e il suo fascino sfida i secoli. Lo si può raggiungere attraverso il percorso pedonale e ciclabile del Lungotalvera, ma c’è anche una comoda navetta che parte da Piazza Walther, oppure il bus di linea, numero 12.

Il Castello fu edificato nel 1237 dai Signori di Wangen, ma in epoca contemporanea appartiene alla Diocesi di Trento. Al suo interno siamo letteralmente affascinati dal ciclo di affreschi ben conservati che raffigurano svariate scene di vita medioevale. Per questo motivo gli è valso l’appellativo di Castello Illustrato.

Anche nel pieno centro della città le sorprese non mancano! Un altro bellissimo Castello attende la nostra visita, situato a pochi passi da piazza Walther. Percorrendo via del Museo e ponte Talvera lo scenario si apre sull’imponente Castello circondato da vitigni e che come sfondo mostra le svettanti prime cime dolomitiche. Storia e mistero: al secondo piano troviamo un codice linguistico chiamato “Quadrato del Sator” rinvenuto anche a Santiago de Compostela.

Cosa ci offre la città questo Capodanno? Il comune come ogni anno organizza in piazza Walther una grandiosa festa, con musica live e stands enogastronomici da non perdere. Al culmine della festa, scintille di luce e colori con i suggestivi fuochi d’artificio.

Cosa gustare a Bolzano? Le imperdibili merende tirolesi, con lo squisito speck e i formaggi realizzati tradizionalmente. Squisiti burro e latte, impedibili! Canederli per tutti i gusti e piatti di cacciagione rendono il soggiorno piacevolissimo e indimenticabile. Buone Feste!

Altri weekend simili