Intorno al porto di Santa Margherita ligure ammiriamo le casette tutte dipinte in toni pastello, sul rosa, arancio e giallo tenue, come immagini di un acquerello.

Lo stesso ci apparirebbe nella stupenda isola di Procida, agli antipodi della penisola. Anche lì le case, un tempo dei pescatori, sono colorate in tenui tonalità, ma per qualche ragione sembrano abbandonate al destino che tempo e salsedine riservano al cemento.

Certo non per disinteresse dei cittadini, ma forse per la mancanza di incentivi, che dovrebbero invece fare di questa isola un vero patrimonio da valorizzare con fondi europei, ad esempio. Torniamo comunque in Liguria, dove il turismo è dagli anni sessanta ben avviato, anche in questi tempi di crisi. Villa Durazzo, elegante e ristrutturata, circondata da un vasto parco, testimonia che questa località da secoli ha attratto chi desiderava circondarsi di bellezze naturali ed eleganza. Fu infatti costruita nel 1600 da Galeazzo Alessi. Più recentemente, il luogo affascinò anche Guglielmo Marconi, che nel 1931 proprio nel Tigullio volle effettuare il primo esperimento di nave radioguidata a distanza.

Per raggiungere il Tigullio si percorre l’autostrada A12 da Genova, con il raccordo A7 da Milano. Con la bella stagione potremo scegliere di non utilizzare l’auto per i piccoli spostamenti: molte località sono infatti collegate da una fitta rete di sentieri. Ad esempio, per raggiungere Portofino potremo percorrere un comodo sentiero che imboccheremo nei dintorni di Paraggi, un’altra bella località di mare con una spiaggia di finissima sabbia. Tra Santa Margherita e Paraggi, seguendo i sentieri incontreremo lungo il cammino l’Abbazia della Cervara, risalente al 1300, che ospitò Santa Caterina da Siena.

Partendo invece da Rapallo giungeremo al Santuario di Montallegro, da dove godremo di un spettacolare vista mozzafiato. Gli amanti dello shopping non mancheranno di visitare Chiavari, dove ancora oggi si producono artigianalmente le rinomate sedie chiavarine, leggerissime: pesano infatti intorno al chilo e mezzo l’una. In estate inoltre vi sarà l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda le numerose rassegne culturali, con spettacoli e concerti.

A tavola? Una vera festa: la tradizionale focaccia, l’olio d oliva dal sapore inconfondibile, i primi piatti a base di pesce sono specialità da non perdere. Ghiottonerie come riso pilaf ai gamberi e pesce al forno con olive ci attendono per rendere ancor più allettante il nostro soggiorno.

Altri weekend simili