Come raggiungere la Cattedrale di San Lorenzo? Si trova a metà strada dal porto a piazza De Ferrari, nell’area del sestiere del molo, nel centro di Genova. L’itinerario per una bella passeggiata nel centro della città ha inizio a piazza San Lorenzo, dove si erge la magnifica Cattedrale, e continua lungo la stessa via San Lorenzo, dove al civico 17 troviamo il bel Palazzo Fieschi, del quale potremo ammirare il portale possente. Continuando il nostro giro arriveremo a piazza De Ferrari, cuore della città, dove incontreremo il Palazzo Ducale e il Teatro Carlo Felice.

La Cattedrale di San Lorenzo colpisce per la facciata asimmetrica, con la torre di destra più alta, ed anche il gioco di alternanza di marmi bianchi e neri crea un suggestivo effetto cromatico.

La storia della Cattedrale risale a migliaia di anni fa, ed addirittura le pareti risalgono all’epoca romana. Negli anni fu migliorata ed ampliata, come nel 1800 quando fu aperta la via San Lorenzo e la piazza fu ampliata. Inoltre, venne costruita la scalinata con ai lati i due regali leoni realizzati da Carlo Rubatto. Ma è l’interno della Cattedrale che colpisce per la sua ricchezza artistica, per la vitalità cromatica dei suoi affreschi e l’atmosfera raccolta e rarefatta.

Il battistero ospita le tele di Luca Cambiaso, mentre la cappella di San Giovanni Battista offre agli sguardi ammirati sculture pregiatissime di Sansovino e Civitali, oltre al prezioso e imponente doppio organo ligneo finemente intagliato.

Il presbiterio mostra nei soffitti gli affreschi di Lazzaro Tavarone, mentre non è da meno la cappella Senarega, con la splendida crocifissione di Federico Barocci, la Maria Assunta di Gaetano Previati e persino, per i più curiosi, un proiettile di artiglieria inesploso che cadde sulla Cattedrale nel 1941.

Il fulcro della vita culturale di Genova lo troviamo a Palazzo Ducale, risalente al 1500. Ben seimila metri quadrati per conservare la storia di questa elegante e superba città. Un tempo fu sede dei dogi, e ci accoglie con splendide sale e un imponente scalinata. Vale una visita la scoperta delle carceri storiche e la torre Grimaldina.

A tavola non potremo sbagliate: ottime le trofie al pesto, i pansotti, ovvero ravioli di grandi dimensioni serviti con sughi che variano a seconda delle stagioni. Chi ama il pesce non mancherà di apprezzare le acciughe fritte o ripiene, oppure come ingrediente di ottime varietà di pasta realizzata artigianalmente.

Altri weekend simili