Per raggiungere l’altopiano dovremo percorrere l’autostrada A 22 del Brennero uscendo al casello Bolzano sud, quindi seguire la superstrada 38 in direzione Merano, uscendo a Vilpiano Nalles o Lana e proseguire seguendo le indicazioni per Tesimo Prissiano.

Questa zona molto lontana dal turismo di massa si distingue per le sue bellezze paesaggistiche e le sue architetture. Chiese e castelli ben conservati faranno felice il visitatore che ama cultura e arte. A Grissiano la chiesa di San Giacomo racchiude un ciclo di affreschi del XIII secolo. I numerosi castelli sono di proprietà privata, quindi non tutti sono visitabili, ma possono essere ammirati al loro esterno. I più importanti sono Castel Leone a Tesimo e Castel Sant Erasmo, oggi dimora di charme. Altri sono Vastel Gatto con l’annessa vigna secolare e la pergola smisurata, Castel Valle e Castel Monteleone.

Andar per masi senza utilizzare le auto: una tradizione tirolese che si gusta nelle diverse stagioni. Mentre in autunno le feste della castagna e della vendemmia rendono ancor più goderecce la passeggiate, in primavera inoltrata avremo il piacere di ammirare grandi distese di fiori e la campagna rigogliosa che si ridesta dal torpore invernale.

La frutta fresca e le golose merende a base di formaggi tipici ed affettati squisiti renderanno piacevolissime le nostre passeggiate. Lungo tutto l’altopiano, una fitta rete di sentieri ben indicati ci facilita il compito e non potremo perderci. Le chiesette a dirupo sulle vallate saranno imperdibili, come la Chiesa di Sant’Ippolito, mentre ci imbatteremo in piccoli pittoreschi centri come Prissiano. In realtà il termine tirolese è legato al pellegrinaggio nei vari masi al tempo della vendemmia, ma ora che invece è tempo di rimettersi in forma, ne approfittiamo per godere di aria pura e sano esercizio fisico per risvegliare i muscoli irrigiditi e ritrovare le energie sopite.

Una vera ghiottoneria, per chi non disdegna la carne, è la costata di carne di cervo che nella zona viene cotta anche con fieno e sale. Ottime le salse e le marmellate che vengono realizzate tradizionalmente con frutta fresca. Vietato agli astemi! I vini locali sono infatti genuini e da provare, anche perché nei masi il cibo offerto è semplice, gustoso e innaffiato generosamente dai vini di produzione locale.

Altri weekend simili