L'Italia è ricca di angoli nascosti e di piccoli comuni, tra questi segnaliamo Corato (BA) una perla nascosta, ma non troppo, tra i paesaggi verdi e rigogliosi della Puglia. A pochi chilometri da Bari, Corato è la meta ideale per rilassarsi in modo semplice e non mondano: l'ideale per prendersi una pausa dallo stress quotidiano. Infatti, qui è possibile coniugare bellezza artistica e architettonica a momenti di pace tra uliveti, boschi e numerose specie di animali tra cui cinghiali, volpi, leprotti... Per queste caratteristiche, Corato è una meta perfetta anche con i bambini al seguito.

Tra i siti storico-artistici da visitare, troviamo senza dubbio la Chiesa dei Cappuccini, luogo di culto carissimo agli abitanti di Corato e luogo dove è custodito un gioiellino dell'arte fiamminga: una tela "nascosta" del pittore fiammingo Gaspar Hovich. E sempre qui, è possibile ammirare la statua della Madonna del Pozzo. Da visitare anche la chiesa rurale della Madonna delle Grazie, detta “Chiesa di Bracco”, circondata da orti e paesaggio agricolo e punto di partenza di suggestivi cortei celebrativi, appunto, della Madonna delle Grazie.

Soggiornare in Puglia significa, spesso, approfittare della bellezza e dell'accoglienza di splendide masserie. Anche in questo caso, quindi, è consigliabile rifugiarsi in un buen retiro tipicamente pugliese: luoghi freschi e dall'architetture immediatamente riconoscibile, dove potersi rilassare e ritemprare gustando le prelibatezze del luogo: oli pregiati e dal sapore intenso, olive, paste fatte in casa, formaggi e salumi a chilometro zero. Ma sono le coccole, garantite dall'ospitalità pugliese, ad avere la meglio su qualsiasi altra opera di "convincimento" del turista.

Molto suggestivo anche visitare i dintorni di Corato in bicicletta oppure partire per brevi "tour" nelle vicinanze, ovviamente Bari inclusa. Imperdibile, per gli amanti della musica, il concorso internazionale di musica "Euterpe" che si tiene ogni anno nel mese di maggio, così come la rassegna di teatro studentesco "Città del Dolmen". La cultura viene qui apprezzata a 360° e, infatti, sono altrettanto frequenti esposizioni di pittori e artisti dell'Italia meridionale, con un occhio di riguardo per le giovani promesse.

Altri weekend simili