Il Levante ligure è la meta top per chi desidera godersi il mare e vivere un'atmosfera che coniughi le tradizioni e i paesaggi liguri con il fascino della confinante Toscana. La posizione di Lavagna è strategica poiché permette di fare vita di mare e, al contempo, di muoversi per borghi alla ricerca di bellezze storiche, artistiche ed enogastronomiche. Il weekend a Lavagna è perfetto per trascorrere del tempo all'aria aperta con i bambini, anche se sono molto piccoli. Il clima del Tigullio, infatti, è ottimale perché è mite senza mai essere afoso, complici le colline circostanti e il verde che domina il golfo.

Una volta giunti a Lavagna, che dista solo una mezz'ora di auto da Genova, il consiglio è quello di perdersi dolcemente nei caruggi, gustandosi una buona porzione di farinata ligure o di mitica focaccia, per poi arrivare fino al mare e alle panoramiche spiagge. Visitare Lavagna fuori stagione, ovvero lontano dall'affollata estate, è l'ideale perché permette di godersi davvero il mare e ogni piccola insenatura, dalla mattina sino al suggestivo momento del tramonto. I dintorni di Lavagna sono bellissimi, ciascun borgo infatti ha un cuore storico segreto e un'esplosione di mare e natura davvero da non perdere.

Prendendo come "base" Lavagna, infatti, si può partire per un tour che tocchi Chiavari e Sestri Levante, fino ad arrivare a Zoagli (vera e propria perla, soprattutto per gli appassionati di sport nautici) e a Moneglia, perfetta per chi ha bambini. È tra la primavera e l'estate, però, che si può assistere a due momenti folcloristici davvero affascinanti: il Palio Marinaio, che consiste in una serie di gare di canottaggio tra Lavagna, Santa Margherita Ligure, San Michele, Rapallo, Zoagli e Chiavari, e la Torta dei Fieschi (dal 7 al 14 agosto), che narra la rievocazione storica dell'amore tra il conte Fieschi e la dama De' Bianchi. Durante la Orta dei Fieschi, hanno luogo un corteo e un gioco divertente, che termina proprio alla torta gigante (torta dei fieschi, tipica soltanto del borgo di Lavagna).

Infine, da Lavagna (e dal Tigullio in generale), non si può ripartire senza aver fatto scorta dell'ottimo olio, prodotto proprio dalla spremitura a freddo dell'autoctona oliva lavagnina. Dal punto di vista enogastronomico non c'è che l'imbarazzo della scelta tra piatti di terra (il coniglio alla ligure o le celebri trofie al pesto) e pietanze di mare (pesce fresco, fritto misto) o, ancora, il cibo da strada più famoso come la farinata di ceci e le torte salate (e, chiaramente, la focaccia ligure originale).

Altri weekend simili