La Basilicata è diventata una delle mete turistiche più ambite da ogni parte del mondo. Merito anche dell’elezione della città di Matera a capitale della cultura. Titolo meritatissimo: Matera racchiude in sé, infatti, un vero e proprio concentrato di storia, arte e suggestivi paesaggi tipicamente italiani.

L’ideale sarebbe dedicare ben più di un weekend alla Basilicata, per visitarla coast to coast e scoprire veri tesori del Belpaese, spesso incontaminati in questa particolare zona del Sud-Italia. Matera, però, si presta perfettamente a un weekend. In coppia, con gli amici ma anche insieme a tutta la famiglia per lasciare i bambini senza fiato di fronte a tutta questa bellezza.

Matera è la Città dei Sassi: i suoi Sassi, infatti, sono stati riconosciuti Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, nel 1993. I sassi sono sostanzialmente rioni, agglomerati di case (simili a grotte) scavate nel tufo. La città è, infatti, costruita per dislivelli tra salite, cunicoli, grotte e scalinate. Quindi, la sua visita prevede soltanto… l’uso delle gambe. Per visitarne i Sassi, si consiglia di intraprendere il cammino al mattino presto o di sera, soprattutto se fa molto caldo.

Godersi i Sassi di Matera in orario serale permette anche di assistere a uno degli spettacoli più suggestivi della vita: il tramonto sulla città. Le foto da scattare non si conteranno. E ci si potrà regalare anche un romantico aperitivo dal fascino tutto italiano.

Nella Civita, la zona più centrale e antica della città, si trovano sia l’imponente campanile della cattedrale di Matera, sia il Musma. Quest’ultimo è un importante e grande museo completamente dedicato alla scultura. Imperdibile.

Da questa zona centrale, il nucleo, si aprono i due Sassi principali della città: il Sasso Barisano e il Sasso Caveoso. Scendendo dai Sassi, è possibile poi giungere a un’area più pianeggiante dove sorge il Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna.

Dove mangiare a Matera? La risposta è: ovunque. Infatti, la città è costellata da deliziose trattorie e osterie che offrono i piatti della tradizionale cucina lucana. Per spuntini sprint e per recuperare energie immediate durante il cammino, si consigliano assaggi del pane tipico (Altamura è vicina) condito con olio e pomodoro.

A poco più di 60 km dalla città, infine, troviamo uno splendido tratto di costa affacciato sul Mar Ionio. Meno di un’ora di auto e ci si può rinfrescare nelle limpide acque di Policoro.

Altri weekend simili