Per trascorrere un week-end da sogno, dobbiamo fermarci nell’Isola di Capri, una delle mete più belle da vedere in Campania. Una delle visite più frequenti che si fanno a Capri, è quella dei Faraglioni. Ovviamente si possono raggiungere i faraglioni solo con una piccola barca a remi. Si tratta di tre grandi massi rocciosi che si ergono al largo della costa caprese. Il Faraglione che si trova più nelle vicinanze della terraferma è denominato Saetta, quello di mezzo Stella e quello più esterno si chiama Scopolo. E sempre con una piccola barca a remi con poche persone a bordo, si può raggiungere la Grotta Azzurra, una delle attrazioni più importanti dell’Isola. Le attese per entrare nella grotta sopratutto in alta stagione possono essere davvero lunghe. L’unico problema, è quello di consultare il bollettino meteo, perché se il mare è troppo mosso non è il caso di affrontare quest’avventura.

Una delle strutture architettoniche più belle di Capri, è senza dubbio la Villa Jovis. Si tratta di una villa dedicata dall’Imperatore romano Tiberio, a Giove (il Dio della Pioggia, del Fulmine e del tuono). L’Imperatore visse in questa grandissima costruzione per molto tempo mettendo nelle sue mani le sorti dell’impero. La villa è sita nella parte orientale dell’Isola di Capri. Da questa magnifica location, è possibile ammirare il panorama che sembra abbracciare Ischia, Procida, il Golfo di Salerno e la costa del Cilento. Oggi è possibile visitare ciò che rimane della costruzione, gli ambienti dedicati all’Imperatore, agli schiavi e ai collaboratori. Infine, possiamo ammirare la Sala del trono. La villa fortunatamente subì degli interventi di recupero nel 1932, grazie al direttore del Museo Archeologico di Napoli di allora, ovvero Amedeo Maiuri. Una tappa d’obbligo è la visita al cuore mondano di Capri, ovvero la Piazza Umberto I.

La Piazzetta è il simbolo dalla dolce vita di Capri e da qui è possibile godere di un panorama incredibile. Possiamo trovare locali dove poter gustare un buon aperitivo e del buon cibo. In Via Camerelle, possiamo concederci il lusso di fare shopping nelle migliori boutique di moda con griffe internazionali. Possiamo inoltre visitare, nelle vicinanze, il Centro Caprense Ignazio Cerio, un piccolo museo che presenta al suo interno, ben 20.000 reperti archeologici e naturalistici dell’isola. Il nostro viaggio continua con la visita al Monte Solaro ad Anacapri. Una visita alla cima più alta dell’Isola è ideale in qualsiasi momento dell’anno. Nelle vicinanze è possibile visitare, l’Eremo di Santa Maria a Cetrella. Si tratta di un luogo mistico e religioso che in passato era usato come il ritiro spirituale dei monaci. Da lì a poco, possiamo inoltre ammirare i resti del Castello di Barbarossa.

L’edificio fu realizzato intorno all’undicesimo secolo e fu espugnato dall’ammiraglio turco Khair-Ad-Din nel 1535, il temibile Barbarossa. Un altro edificio-museo da visitare nel comune di Anacapri, nell’Isola di Capri, è la Villa di San Michele. La struttura-museo fu costruita dallo scrittore e medico svedese Axel Munthe. All’interno, possiamo ammirare dei reperti dal valore inestimabile come la sfinge egizia, il busto di marmo dedicato all’Imperatore Tiberio e perfino la testa di Medusa. L’elenco delle strutture architettoniche è ancora lungo ma Capri non è solo bellezze artistiche, è anche bel mare, belle spiagge, buona cucina e bellissimi locali. Quindi se decidiamo di trascorrere del tempo in una località chic, una tappa qui è davvero consigliata.

whataspp
Altri weekend simili