Diamo i numeri! Alcuni sondaggi hanno evidenziato che in Italia il 26,6% dei bambini tra i 6 e gli 11 anni è sovrappeso, quindi potrebbe divenire un adulto obeso. Il 12,3% invece presenta già caratteristiche di obesità.

Questo dato appare allarmante se pensiamo che nel nostro paese per tradizione più un bimbo è "cicciottello", più viene  considerato in buona salute. Al contrario, i  bambini più magri preoccupano i genitori, che di solito si augurano che prendano peso.

In realtà questo stereotipo tutto nostrano non tiene conto dei reali bisogni nutrizionali dei nostri figli. Alcune abitudini errate possono insorgere quando il bimbo è ancora molto piccolo: addirittura a 3 mesi. Infatti se il bimbo viene allattato con il biberon occorre tenere presente il peso effettivo del bambino e le variazioni del suo appetito.

Preparare sempre una quantità standard di latte per le poppate dunque non è corretto.

L’allattamento al seno, se possibile, si dimostra una buona scelta per una corretta nutrizione del neonato. La mamma che allatta dovrà però tenere a mente che ciò che lei mangia verrà in parte assimilato dal bimbo, attraverso il latte, per questo anche la sua dieta dovrà essere sana ed equilibrata.

E’ importante ricordarsi di bere almeno 2 litri di liquidi al giorno, ma l’alcol è vivamente sconsigliato. Bevendo un bicchiere d’acqua al momento di allattare si ha la certezza di assumere una corretta quantità di liquidi. Si dice che bevendo birra scura aumenti la secrezione di latte materno, ma non è proprio così! Attenzione, perché l’alcol contenuto nella birra verrà assunto dal bimbo con le poppate. Potrebbe perciò diventare irritabile e succhiare meno, con il risultato che la produzione di latte diminuisca anziché aumentare.

Inoltre, la mamma che allatta non dovrebbe dimenticarsi di assumere una giusta quantità di calcio, di proteine e di ferro. Se si nota un aumento dell’appetito, sforziamoci di non dare l’assalto ai dolcetti, ma preferiamo una fetta di pane o una mela.

Allattare è una esperienza meravigliosa, ma la responsabilità verso il nuovo nato è sempre da tenere presente. Non dimentichiamo inoltre che una mamma in forze e in forma avrà le giuste energie per occuparsi in maniera ottimale del benessere del suo bimbo, e si sentirà di ottimo umore nonostante l’impegno costante e le immancabili notti in bianco.

Altri consigli