La cosiddetta “Piramide Alimentare” ci ricorda che a tavola bastano pochi accorgimenti per mantenersi in forma e, perché no, rallentare o per lo meno contrastare il processo inevitabile di invecchiamento.

Un’alimentazione sana dovrebbe essere suddivisa con un 50% di carboidrati, forniti da pasta, pane, riso, legumi e zuccheri. Un 25% dei nostri pasti quotidiani dovrebbe essere rappresentato da proteine, presenti in pesce, carne e latticini. Cosa preferire? Pesci come nasello, palombo, trota, salmone, merluzzo e orata sono ricchi di acidi essenziali appartenenti alla serie detta Omega 3. Questi acidi vengono definiti essenziali perché il nostro organismo non è in grado di produrli, perciò devono essere introdotti con l’alimentazione.

In che modo gli Omega 3 ci aiutano a rallentare l’invecchiamento? Studi recenti hanno dimostrato che una delle cause principali del processo dell’ invecchiamento del nostro corpo è causato dalla scarsa fluidità della membrana che riveste le nostre cellule. Gli acidi essenziali agiscono proprio sulla membrana delle cellule mantenendole più fluide ed efficienti.

Ma per difenderci efficacemente dagli attacchi del tempo gli Omega 3 vanno associati a sostanze che ci difendano dai radicali liberi, ovvero molecole tossiche. Vengono prodotte dal fumo, dall’eccesso di alcol, dai raggi ultravioletti, dall’inquinamento atmosferico.

Queste sostanze benefiche, dette antiossidanti, sono diverse. Possono essere la vitamina E, presente in frutta secca e oli, e la vitamina C, presente in grande quantità negli agrumi e altra frutta. Diverse sostanze ne potenziano l’azione, come i flavonoidi che si trovano ad esempio nell’uva e nel vino rosso e i carotenoidi di cui abbondano frutta e verdura. I flavonoidi in particolare proteggono dall’eccesso di colesterolo nel sangue.

La punta della cosiddetta Piramide Alimentare è costituita dall’apporto di grassi, per un 25%. Sono presenti in molti alimenti, tra i quali l’olio d’oliva. Non dimentichiamo infine che per ottimizzare l’apporto quotidiano di calcio potremo bere acqua minerale che ne contenga in buona quantità. Un litro di acqua minerale al giorno assicura l’assunzione quasi del 50% del fabbisogno quotidiano di questo minerale.

Altri consigli