I prodotti tradizionali per la pulizia della casa sono decisamente allettanti poiché promettono pulizie perfette in breve tempo. Se poi tali prodotti vengono massicciamente pubblicizzati, diventano veri e propri specchietti per le allodole. In realtà, la maggior parte dei detergenti per la casa e per la persona, contengono sostanze non proprio innocue sia per l'ambiente sia per la salute dell'uomo.

Innanzitutto, dal punto di vista ecologico, i residui della maggior parte di detersivi e saponi non sono biodegradabili e restano nei nostri fiumi e mari per moltissimi anni. In secondo luogo, la quantità di tensioattivi aggressivi (ancor più aggressivi se si tratta di prodotti sgrassanti) svolge un'azione irritante e allergica su chi ha un apparato respiratorio sensibile agli allergeni e una pelle reattiva.

Ecco come risolvere il problema pulizia, in tutta sicurezza:

  • Per la cura della persona, meglio scegliere detergenti privi di tensioattivi, petrolati, siliconi, parabeni e conservanti. Leggendo le etichette, si potrà notare che la maggior parte dei detergenti e delle creme, contengono derivati del petrolio come la paraffina. Anche in casa è possibile preparare prodotti di bellezza e pulizia, sani: basta procurarsi oli vegetali naturali come l'olio di oliva o di mandorle dolci, oli essenziali a seconda dei gusti ed esigenze personali, sale grosso (come scrub) e polpe di frutta e verdura (da utilizzare come maschere idratanti).
  • Per l'igiene della casa, si possono realizzare detersivi tutti naturali ma molto efficaci. Innanzitutto, è bene sfruttare la potenza dell'acqua calda in purezza. E poi, gli ingredienti presenti nella nostra dispensa come bicarbonato di sodio, aceto, succo di limone e sale grosso. Ecco la ricetta per un detergente eco: miscelare un stazza di bicarbonato, una tazza di soda (non caustica), mezza tazza di sapone di marsiglia e 10 gocce di olio essenziali disinfettante (lavanda, tea tree, menta).
Altri consigli