Stravizi, eccessi di cibo e alcol, sedentarietà e ore piccole: cocktail di divertimento ma anche la ricetta migliore per ingrassare, gonfiarsi e facilitare la comparsa di qualche brufolo indesiderato e di un colorito tutt'altro che salubre. Come fare, quindi, quando si ha davvero esagerato? La ricetta è semplice, la parte più difficile è mantenere costanza e determinazione. Insomma, con un po' di buona volontà si può tornare in forma in tempi record.

La dieta
La prima cosa da fare, ovviamente, è dare una sistemata alla dieta. Infatti, gli stravizi alimentari esercitano un'azione intossicante a livello di fegato e intestino con ripercussioni immediatamente visibili e percepibili. Tra quest'ultime, citiamo: stanchezza, ritenzione idrica, pelle impura, capelli deboli, pancia a palloncino, intestino in tilt.

Prima di tutto, dunque, è necessario abolire totalmente: farine raffinate, lieviti, carni rosse, salumi e insaccati, cibi conservati e precotti, alcol. E aumentare, di contro, il consumo di verdure amare (cicoria, radicchio, verze), di frutta antiossidante e ricca di vitamina C (melagrana, agrumi), di pesce e di cereali integrali, meglio ancora se in chicco (da prediligere: kamut, miglio, quinoa, grano saraceno).

Tassativo anche bere molta acqua, spesso e durante tutto l'arco della giornata. Come alternativa all'acqua, tè verde e decotto di zenzero non zuccherati. La radice di zenzero, in particolare, svolge un'azione termogenica e permette all'organismo di aumentare la temperatura interna, rendendo più rapido lo smaltimento di calorie, grassi e tossine.

Dopo i periodi ricchi di zuccheri, l'organismo può andare in vera e propria crisi di astinenza. Quindi, se assale la voglia incontenibile di dolce, si può ripiegare sulle mele cotte al forno e inondate di cannella: questa spezia, infatti, permette di ridurre l'assorbimento degli zuccheri e di impedire le impennate di insulina.

Lo sport
Oltre a modificare la dieta, per rimettersi in forma dopo festeggiamenti ed eccessi, è necessario aumentare la quota di attività fisica quotidiana e settimanale. Infatti, chi si muove brucia di più, elimina le tossine e migliora il lavoro di fegato e intestino.

Ogni giorno è bene camminare a passo svelto per almeno 40 minuti consecutivi, fare le scale ed evitare auto e mezzi pubblici a favore di passeggiate a piedi o in bicicletta. Almeno due volte alla settimana, inoltre, questo lavoro andrebbe intensificato introducendo sessioni di nuoto, palestra o altre attività fisiche come l'arrampicata, il pattinaggio, il ballo.

In più, per restituire tonicità ai muscoli, all'attività aerobica va abbinata anche una routine di tonificazione con piccoli pesi da eseguire ogni giorno a casa, bastano infatti 15 minuti di esercizi al mattino.

Altri consigli