Con l'arrivo della primavera, possono insorgere anche alcuni fastidi tipicamente riconducibili al cambio di stagione. Questo tipo di disturbi psicofisici coinvolge soprattutto le donne, ma non risparmia comunque la popolazione maschile. Tra i segnali della primavera in arrivo, troviamo: nervosismo, stanchezza, inappetenza o attacchi di fame nervosa, insonnia, ansia, attacchi di panico, manifestazioni allergiche (rinite, congiuntivite, asma, dermatiti).

Cosa fare dunque? Il primo step per ritrovare il benessere è, senza dubbio, un reset adeguato della dieta. Infatti, in questo periodo dell'anno, è bene alleggerire l'alimentazione, impoverendola di calorie "vuote" (zuccheri semplici, grassi cattivi LDL, farine raffinate) e arricchendola, invece, di fibre, vitamine, minerali e acqua. Infatti, contro la debolezza eccessiva del cambio di stagione, è importante fornire all'organismo minerali (soprattutto potassio e magnesio) e vitamine in quantità.

Al contempo, è bene aumentare l'apporto di fibre, sia attraverso il consumo di vegetali sia sostituendo farine raffinate con le corrispettive versioni integrali (che aiuteranno anche ad assorbire meno zuccheri, tenendo sotto controllo sia la glicemia sia il colesterolo LDL). Fondamentale anche ripristinare la corretta flora batterica intestinale (impoverita da alimentazione sregolata o assunzione di farmaci come gli antibiotici), attraverso il consumo regolare di probiotici (latte fermentato, yogurt, integratori).

Per quanti riguarda l'apporto proteico, è consigliabile eliminare dalla dieta salumi, carni conservate e carne rossa (perlomeno durante il periodo di detox primaverile). Meglio sostituire queste proteine con: legumi (sempre associati ai cereali), pesce azzurro (ricco di Omega 3, antinfiammatori), carni bianche, uova, formaggi magri e, per chi apprezza o per chi segue un'alimentazione veg, tofu.

Nella fase del cambio di stagione, è importante anche ridurre l'alcol e il caffè, aumentando invece il consumo di acqua, centrifughe di frutta e verdura, smoothies freschi e multivitaminici (cambiando sempre "colori").

Oltre alla dieta, per affrontare il cambio di stagione, possono essere molto utili i rimedi naturali come: tintura madre o gemmoderivato di ribes nero (agisce come il cortisone contro le allergie), pappa reale (ricostituente), betulla (drenante), acerola (bomba naturale di vitamina C), fermenti lattici vivi, tarassaco (depurativo del fegato), bardana (detox per pelle e capelli), vitamine del gruppo B (preziose per il sistema nervoso e contro la caduta stagionale dei capelli) e melatonina (per riconquistare il sonno perduto).

Altri consigli